Minerali per l’Industria
SHARE

13 Marzo, 2017

 

Scarica Scarica pdf web bis

 

In pillole

 

I minerali industriali nella vita di tutti i giorni

Ogni cittadino europeo nell’arco della sua vita utilizza in media 460 tonnellate di minerali industriali, per lo più sconosciuti ma di fondamentale importanza: sono infatti presenti nella maggior parte dei materiali e vengono largamente impiegati in tutti i principali comparti manifatturieri.

 

Industrial minerals in our everyday lives

During a lifetime, Europeans use, on average, 460 tonnes of industrial minerals, most of them unknown but of  fundamental importance. In fact, they are found in most materials and are widely used in every major manufacturing sector.

 

 

 

Still a little-known industry

Unlike the energy and metallic sectors, the industrial minerals one is often classified in an afterthought, fragmentary and uneven manner. Also for this reason, public and institutions have a limited knowledge about it.

 

Un settore ancora poco conosciuto

A differenza dei comparti energetico e metallifero,  il settore dei minerali industriali viene classificato in modo residuale, frammentario e disomogeneo. Ciò spiega, almeno in parte, la scarsa conoscenza che ne hanno collettività ed istituzioni.

 

 

 

La vera ricchezza mineraria europea

A fronte di una grave e irreversibile dipendenza dall’estero per energia e metalli, i volumi prodotti di minerali per l’industria evidenziano come l’Europa ospiti significativi giacimenti, specialmente di feldspato, perlite e caolino.

 

The true wealth of European mining

In the face of a serious and irreversible dependence on foreign energy and metals, the amount of minerals produced for industry highlights how Europe is home to significant deposits, especially feldspar, perlite and kaolin.

 

 

 

Italy: a volume all but marginal

The italian production  of industrial minerals (in the strict sense of the term) made up around 10% of the EU-28 production from 2010 to 2014. Worldwide, Italy is the third largest producer of feldspar and the tenth producer of talc.

 

Italia: un volume tutt’altro che marginale

La produzione italiana di minerali industriali in senso stretto ha rappresentato  in media il 10% della produzione UE-28 tra il 2010 e il 2014. L’Italia è terza al mondo nella produzione di feldspato e decima in quella di talco.

 

 

 

I minerali italiani al servizio dell’industria

In Italia, i minerali estratti approvvigionano  da sempre importanti distretti industriali o altre forme di aggregazioni locali di imprese; costituiscono input essenziali per molteplici comparti manifatturieri tra cui rientrano produzioni di qualità che rappresentano  il fiore all’occhiello del Made in Italy.

 

Italian minerals at the service of industry

In Italy, extracted minerals have been used to supply historically important industrial districts or other types of localised clusters of businesses; they are essential inputs for most of the manufacturing industry including some flagship items of the Made in Italy.

 

 

 

Between crisis and resilience

Despite the crisis that is affecting the entire mining industry, sampled companies show resilience overall, thanks to good economic performance, growing production, the opening of new sites, innovations in terms of processes and products, and greater attention to protecting the environment.

 

Tra crisi e resilienza

Nonostante la crisi che sta attraversando tutto il comparto minerario, le aziende del campione evidenziano, nel complesso, un atteggiamento resiliente dovuto a buone performance economiche, produzione in crescita, apertura di nuovi siti, innovazione di processo e di prodotto, maggiore attenzione alla salvaguardia ambientale.

 

 

 

Produzione e fatturato in tenuta

Nel periodo 2013-2015, le compagnie esaminate hanno prodotto oltre 7 milioni di tonnellate l’anno, registrando una tenuta che trova conferma anche nei dati di fatturato. Un andamento positivo che contrasta con quello riportato dall’intero comparto nazionale dei minerali industriali.

 

Stable production and turnover

Over the period 2013-2015, the surveyed companies produced over 7 million tonnes of minerals, recording a good performance both in production and revenues. This trend is in stark contrast to the national trend in the sector, which showed a strong decline (–33%).

 

 

 

Not just extraction

Half of the associated businesses are involved in collateral activities such as transforming, packaging, and selling the finished product, which often carries upwards of 50% of the company’s overall revenue. The diversification of activities frequently proves to be an effective choice to deal with a contracting market and growing competition from overseas.

 

Non solo estrazione

La metà delle imprese associate è impegnata in attività collaterali (quali trasformazione, packaging, commercializzazione del prodotto finito) che non di rado hanno un peso sul fatturato aziendale superiore al 50%. La diversificazione delle attività si è spesso rivelata una scelta strategica efficace in risposta ad un mercato in contrazione e ad una crescente concorrenza estera. 

 

 

 

Clientela diffusa e buoni risultati dell’export

Solo il 21% del fatturato si concentra nella regione di estrazione mentre il 49% si distribuisce tra gli altri territori regionali italiani. Buoni i risultati in termini di export di prodotti estratti in Italia (30% del fatturato aggregato del campione) che interessano in particolar modo i minerali ad alto valore aggiunto come talco e bentonite.

 

Widespread customers and good export results

Just 21% of the revenues comes from the region of extraction, while 49% are distributed throughout other regions in Italy. There are good results in terms of exports (30% of the sample’s aggregate revenues), which involve mined products with a high added value, such as talc and bentonite, in particular.

 

 

 

High quality standards at the base of competiveness

Investments in processing phases, the search for new mineral applications, opening specific processing lines and the traceability of raw materials has allowed these businesses to create products with higher added value and to satisfy ever-more-demanding markets.

 

Elevati standard qualitativi alla base della competitività

Gli investimenti nelle fasi di lavorazione, la ricerca di nuove applicazioni dei minerali, l’apertura di linee di lavorazione specifiche e la tracciabilità delle materie prime hanno consentito alle imprese di creare prodotti a più alto valore aggiunto e di soddisfare le richieste di mercati sempre più esigenti.

 

 

 

Dove si investe nel breve termine

Le indicazioni di investimento sul breve termine convergono verso l’innovazione del processo di estrazione e trasformazione, la formazione dei dipendenti, l’efficienza energetica, il continuo abbattimento  dei costi, la sicurezza dei dipendenti e l’ambiente.

 

Where they invest in the short term

The data about short term investment converge on innovation for the extraction and transformation processes, employee training, energy efficiency, ongoing cost reduction, employee safety and safeguarding the environment.

 

 

 

Sustainability as a response to suspicion

Growing investments relating to environmental clean-up and rehabilitation, monitoring systems, energy efficiency, technological innovation, the reuse of mineral waste, and regulating wastewater show the change in tune of the mining industry. Although the change occurred many years ago, it still hasn’t been fully appreciated by the public at large.

 

La sostenibilità come risposta alla diffidenza I crescenti investimenti in tema di ripristini ambientali, sistemi di monitoraggio, efficienza energetica, innovazione tecnologica, riutilizzo degli scarti minerari, regimazione delle acque di scarico evidenziano il cambio di passo dell’industria mineraria, avvenuto ormai da diversi anni ma ancora non pienamente percepito dall’opinione pubblica.

 

 

 

 

Il rapporto con il territorio

L’attenzione alla comunità locale da parte delle imprese minerarie si evince dalle numerose iniziative intraprese sul territorio che riguardano la valorizzazione turistica di vecchi siti estrattivi, la manutenzione delle infrastrutture e del verde pubblico,  il rifacimento delle strade, la promozione di siti archeologici, l’ospitalità di progetti di ricerca scientifica, il cofinanziamento  di progetti urbanistici.

 

Relationship with the local area

The attention to the local communities by mining companies can be seen in the numerous initiatives the companies have taken up: encouraging extraction sites as points of interest for tourism; maintaining public green spaces; repairing roads; promoting archaeological sites; hosting scientific research projects; co-funding urban planning projects.

 

 

 

A wide range of certifications

The high number of voluntarily acquired certifications (over 60% of the sample possess at least three) confirms the attentiveness of the companies, especially when it comes to product quality, environmental management systems and worker health and safety.

 

Unampia gamma di certificazioni

L’alto numero di certificazioni volontarie – oltre il 60% del campione ne conta almeno 3 – conferma l’attenzione delle imprese soprattutto per quanto riguarda la qualità dei prodotti, il sistema di gestione ambientale e la salute e sicurezza dei lavoratori.

 

 

 

Grandi passi avanti su salute e sicurezza

Quello che sino a un decennio fa veniva considerata la nota dolente del comparto minerario rappresenta oggi una delle principali conquiste. Formazione, monitoraggio, prevenzione e ammodernamenti strutturali costituiscono le principali linee d’azione della normativa e delle politiche volontarie delle imprese in materia di salute e sicurezza.

 

Big steps forward for health and safety

That which up to a decade ago was considered the pain point of the mining sector, today is one of its biggest wins. Training, monitoring, prevention and structural modernisation are the main lines of action of laws and voluntary policies implemented by the sampled businesses.

 

 

 

 

 

I minerali industriali sono una risorsa che merita di essere scoperta”

I minerali  per l’industria vengono spesso considerati in modo residuale rispetto alle risorse energetiche e metallifere.

In realtà sono input fondamentali per la produzione di materiali essenziali nella vita di tutti i giorni e per settori che rappresentano  fiori all’occhiello del Made in Italy. Eppure, se il talco e il quarzo sono noti al cittadino medio almeno per le loro applicazioni  tradizionali, il feldspato e la bentonite sono nomi sconosciuti  ai più.

La poca contezza che se ne ha, oltre a mal conciliarsi con la loro importanza strategica, non favorisce il superamento degli stereotipi più comuni secondo cui ogni atività estrattiva è fonte di problemi più che di vantaggi.

L’analisi delle imprese associate ad Assomineraria, per quanto limitata a 12 realtà, vuole rappresentare un primo passo verso una maggiore conoscenza e familiarità con questo settore. La fotografia che ne è emersa è quella di un campione resiliente, dove qualità e innovazione ne rappresentano  i punti di forza e l’impegno verso l’ambiente e il territorio  non è più solo un obiettivo verso cui tendere ma è molto spesso una priorità strategica.