Minerali per l’Industria
SHARE

13 Marzo, 2017

 

Scarica Scarica pdf web bis

Introduzione

 

Il presente studio condotto da Rie – Ricerche Industriali ed Energetiche per conto di Assomineraria si propone di analizzare  il comparto dell’estrazione di Minerali per l’Industria così come rappresentato dalle imprese associate appartenenti a tale categoria. L’obiettivo principale è quello di indagare un settore poco conosciuto, trattato in modo residuale e frammentario a livello statistico e normativo e spesso non considerato ogni qual volta si parla di attività estrattiva; un settore che, tuttavia, rivela uno stretto legame con l’industria manifatturiera e con la quotidianità di ciascuno di noi e che per questo merita di essere approfondito e valorizzato.

 

Il compito si è rivelato arduo per almeno tre ordini di ragioni: la scarsità di precedenti storici di ricerca, che al contrario l’industria energetica può vantare; la mancanza di uniformità delle statistiche di settore; leterogeneità del campione di imprese descritto e analizzato. Lo studio è stato infatti condotto in collaborazione con le sole imprese associate ad Assomineraria – la principale associazione italiana di categoria del comparto estrattivo – che estraggono dal sottosuolo nazionale minerali destinati a processi industriali ad alto valore aggiunto. Una lista che include importanti compagnie minerarie del Paese ma che presenta una diversità di minerali difficilmente catalogabile in maniera univoca e aggregata.

 

Le difficoltà empiriche sono state in larga parte compensate dai frequenti contatti con le aziende, dalla visita in loco ai siti produttivi e dalla somministrazione di questionari che hanno reso possibile una prima, seppur non esaustiva, fotografia di un settore che in ambito nazionale non trova aggiornati e approfonditi riferimenti scritti. In questo senso, il campione  di imprese esaminato ha fornito un’ottima base per favorirne la conoscenza, capirne l’importanza nella vita di tutti i giorni e superare gli stereotipi più comuni secondo cui ogni attività mineraria è aprioristicamente causa di effetti negativi.

 

Le principali conclusioni cui lo studio perviene possono riassumersi come segue:

  • Il settore estrattivo è anche altro da quello energetico: quello dei minerali per l’industria ne è parte integrante nonché fondamentale per lo sviluppo civile di ogni paese;
  • Valutare l’importanza dei minerali industriali in base al relativo peso sull’economia nazionale è fuorviante e miope, in quanto occorre considerare lo stretto legame tecnico-produttivo esistente con l’industria manifatturiera, in cui rientrano settori di eccellenza del Made in Italy;
  • Dall’analisi delle imprese associate ad Assomineraria emerge il profilo di un comparto che, nonostante le numerose sfide e la negativa congiuntura economica,si mostra resiliente e particolarmente attento alla qualità dei prodotti, all’innovazione e alla sostenibilità ambientale delle sue operazioni.

L’ambizione è quella di creare uno strumento che, specie se costantemente aggiornato, possa costituire un punto di riferimento utile a tutti i principali stakeholders, dal singolo cittadino alle istituzioni, per approcciare un settore tanto importante quanto sconosciuto.

 

 

 


 

 

Articolazione dello studio

 

Il primo capitolo presenta una disamina della catalogazione e classificazione del settore a livello mondiale, europeo ed italiano, da cui emerge una forte disomogeneità che ne complica e limita la conoscenza, sovente circoscritta ai soli addetti ai lavori. Lo scopo è quindi quello di introdurre il settore, analizzarne le principali e più recenti dinamiche, cercare di delinearne i confini e di fornirgli un’identità a sé stante rispetto al resto del comparto estrattivo.

 

Lo studio prosegue con l’analisi del campione di imprese associate ad Assomineraria che estraggono dal sottosuolo nazionale minerali solidi e anidride carbonica: una categoria più ampia dei soli minerali industriali che, tuttavia, costituiscono  la grande maggioranza dell’insieme esaminato ed includono realtà di primaria importanza nazionale. L’analisi svolta, i cui dati vengono presentati a livello aggregato, si basa sulle risultanze di questionari creati ad hoc e singolarmente somministrati alle imprese tra maggio e settembre 2016.

 

Ad integrazione dell’analisi settoriale aggregata, le imprese associate vengono presentate singolarmente, attraverso apposite schede volte a descriverne i tratti distintivi e a sottolinearne peculiarità e best practices, specie in materia di ambiente e innovazione.

 

Chiudono lo studio le schede dedicate ai diversi minerali estratti dalle imprese del campione: per ciascuno di questi, oltre ad una sintetica descrizione delle principali caratteristiche fisico-chimiche, si è cercato di sottolineare le diverse e molteplici applicazioni industriali cui sono destinati, alcune delle quali particolarmente curiose e indubbiamente poco note. Una mappa dell’Italia aiuterà a comprendere la localizzazione geografica dei siti di estrazione di ogni singolo minerale preso in considerazione.