Territorio e Idrocarburi in Emilia Romagna
SHARE

15 Giugno, 2015

 

 

Turismo

 

Tilt-Shift-Photo-BEST-PLACES-TO-VISIT-IN-ITALY-ROMAGNA-CATTOLICA-da-Gabicce-Monte

 

La costiera romagnola conta 40.000 presenze l’anno. Nonostante la presenza di XXX piattaforme, l’andamento negli ultimi venti anni è sempre stato superiore a quello di aree italiane simili prive di attività mineraria come la Versilia. Anche l’analisi storica dei flussi turistici nei comuni romagnoli non evidenza alcun breack strutturale dopo l’entrata in funzione delle piattaforme. Il presunto incompatibile binomio tra mare pulito e sfruttamento degli idrocarburi è smentito anche dal numero di Bandiere Blu assegnate alla Riviera Romagnola nel 2014: 9

 

 

grafico turismo 1

 

grafici Turismo 2 ER

 

 

 

Questa pacifica convivenza potrebbe diventare ancor più fruttuosa attraverso alcune azioni.

 

 

INIZIATIVE OBIETTIVI CARATTERISTICHE

 

Incentivi agli  eventi locali

 

Accrescere un clima di fiducia

e promuovere il turismo locale

  • Promozione di eventi importanti per i due settori, come l’Offshore Mediterranean Conference che incentiva un turismo fieristico in bassa stagione
  • Promozione eventi turistici locali che riguardano entrambi i settori, come “Cozze in fiera”in cui l’Eni ha organizzati visite guidate in piattaforma

 Sostegno al turismo

eco-culturale e enogastronomico

 Incrementare il turismo sul territorio

 

Valorizzazione delle attrazioni paesaggistiche e del patrimonio culturale

 Progettare la riqualificazione

delle coste

 Arrivare ad uno sviluppo

integrato e sostenibile del territorio

 

Prevedere un contributo da destinare alla riqualificazione costiera utile a livello ambientale e turistico

 

Promuovere una ripartizione

delle royalties più favorevole

ai comuni costieri

Collaborare tra i settori

 

Il coordinamento Pesca-O&G può favorire un’azione di dialogo con le istituzioni