Territorio e Idrocarburi in Emilia Romagna
SHARE

15 Giugno, 2015

 

APT e Idrocarburi in Emilia Romagna

 

 

 

Agricoltura

 

Montescudo foto DellAquila Fabrizio-Diateca Agricoltura 000190

 

Da anni la convivenza tra i settori economici dell’Agricoltura e degli Idrocarburi è risultata pacifica. Vista la ricchezza dei due settori, ciò potrebbe facilmente trasformarsi in forme di collaborazione fruttuose.

Alcune iniziative sono già state sperimentate in Francia e in Sicilia con l’Impresa petrolifera Irminio che opera nel ragusano. 
L’impianto di cogenerazione inaugurato nel 2013 cede parte del calore prodotto – a prezzi convenienti  – a imprese agricole che si trovano a 2 chilometri dalla centrale.

 

 

 

INIZIATIVE OBIETTIVO CARATTERISTICHE

 

Cessione di calore a basso costo ad imprese agricole
limitrofe

 

Supporto alla nascita di nuove iniziative di sinergia tra attività agricole ed estrattive 

 

  • Contenimento fattura energetica
  • Nuovi posti di lavoro
  • Aumento della ricchezza locale

 

 Comunicazione continua dell’industria O&G verso il mondo agricolo  Migliorare l’idea che le aziende locali agricole hanno dell’attività estrattiva
  •  Organizzazione visite agli impianti. 
  • Divulgazione materiale informativo

 

 

 

 

Pesca

 

pesca-peschereccio-barca-2

 

L’offshore marino è parte integrante del tessuto economico regionale, anche grazie a una realtà industriale di eccellenza – in particolare nel ravennate – a supporto delle estrazioni.

D’altra parte Il comparto ittico regionale presenta un sistema di filiera strutturato in grado di essere competitivo sul mercato. Nonostante le numerose piattaforme a largo delle coste emiliane, gli indicatori strutturali hanno dimostrato nel tempo riduzioni contenute e variazioni positive nell’occupazione. Dovendo operare nello stesso ambiente individuare punti di contatto e sinergia tra il settore ittico e quello minerario è fondamentale.

 

 

INIZIATIVE OBIETTIVI CARATTERISTICHE
Sostegno al progetto europeo:
“Guardia del mare” per la riconversione delle flotte
e l’orientamento professionale dei pescatori
 Promuovere attività
finanziarie integrative
e/o alternative alla pesca al fine di diversificare il reddito
  •  Riconversione navi da pesca per la raccolta dei rifiuti marini
  • Erogazione servizi per il tempo libero (es. visite guidate)
  • Monitoraggio aree marine

 

Istituzione figure di raccordo e coordinamento tra industria mineraria e ittica

 

Migliorare e incrementare la comunicazione
tra i due settori

 

Replicare l’esperienza del Mare del Nord con la nomina di un Fisheries Liason Officer (FLO) per una gestione del dialogo tra le parti e la gestione della vita in mare

 

Nuova ripartizione delle royalties

 

Promuovere progetti
finanziari a sostegno dei pescatori e dello sviluppo del territorio

 

 Il coordinamento Pesca-O&G può favorire un’azione di dialogo con le istituzioni

 

Attivazione fondi compensativi

 

Promuovere progetti
finanziari per migliorare la relazione
tra i settori

 

Negoziazione di fondi compensativi per il finanziamento dei progetti quali ad esempio

  • Sponsorizzazione prodotti locali
  • Ammodernamento battelli
  • Riduzione costi del carburante
  • Interventi di riqualificazione delle coste
  • Risoluzione problemi legati ai depuratori