L’Egitto verso l’autosufficienza del gas naturale

19 Luglio, 2017


 

L’Egitto si garantirà l’autosufficienza del gas naturale grazie alle recenti scoperte di giacimenti nei campi Zohr, North Alexandria e Nooros. Oggi il paese nordafricano importa gas dai paesi confinanti per coprire il proprio fabbisogno, ma la produzione nazionale aumenterà del 50% entro la fine del 2018, e, addirittura, del 100% nel 2020.

Il ministro del petrolio egiziano, Tarek El Molla, ha dunque confermato l’auspicio dichiarato durante la sessione di apertura dell’ultima Offshore Mediterranean Conference, tenutasi a Ravenna lo scorso marzo. Il ministro ha previsto che lo sviluppo completo dei tre campi porterebbe a un aumento consistente della produzione in grado di garantire l’autosufficienza del paese già dal 2018.

Nel 2019 la produzione complessiva dei tre campi – operati da British Petroleum (Nord Alexandria) e da Eni (Zohr, scoperto nel 2015, e Nooros, situato nel delta del Nilo – dovrebbe ammontare a 4,6 miliardi di metri cubi al giorno.