Il 1° maggio torna “Trail in Miniera” a Fossanova

20 Aprile, 2017

 

È primavera e come negli ultimi cinque anni torna l’appuntamento che unisce storia, sport, natura e miniere. Il prossimo 1 maggio, presso lo stabilimento Sibelco Italia a Fossanova in Provincia di Latina, si terrà la sesta edizione di “Trail in Miniera – memorial Erika Filippi”, manifestazione podistica organizzata da Sibelco Italia e A.S.D., Podistica AVIS Priverno. 

 

Nella scorsa edizione la competizione, ormai stabilmente entrata tra le prove del calendario UISP (Unione Italiana Sport per Tutti), ha visto la partecipazione di 900 atleti e oltre 2000 spettatori. Sibelco e AVIS Priverno puntano a confermare se non migliorare lo spettacolo e la partecipazione all’evento, che si pone l’obiettivo di far conoscere un’importante realtà produttiva del territorio, la miniera Sibelco Italia, e di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della sostenibilità, utilizzando lo sport come ponte tra ambiente e lavoro. 

 

La gara di corsa prevede un percorso tra sabbia e sterrato, con un dislivello di 175 metri, lungo il quale gli atleti s’immergono in uno scenario suggestivo caratterizzato dalla miniera di sabbia silicea e da un territorio riqualificato dove hanno nuovamente attecchito la fauna e la flora autoctona della macchia mediterranea.

 

L’evento sportivo si articola in tre competizioni. I bambini, accompagnati dai loro genitori, potranno passeggiare per tre chilometri con colazione a sacco, gadget e la possibilità di compiere diverse attività ludiche, culturali e archeologiche presso l’area di Colle Lubro. Gli atleti non agonisti affrontano invece una passeggiata di sei chilometri, mentre la vera e propria competizione sportiva (partenza alle ore 10) si sviluppa per 10,5 chilometri e sarà riservata solo a podisti regolarmente tesserati presso Enti di Promozione Sportiva.

 

A fine gara, infine, ci sarà la possibilità di continuare la giornata in miniera con un pranzo seguito da un’escursione presso il Colle Lubro, per visitare il Sacello funerario del I/II secolo d.C., rinvenuto dopo appositi scavi archeologici.