Per il WEO 2016, il Gas Naturale sarà protagonista della futura decarbonizzazione del sistema energetico mondiale

Gas in primo piano per il World Energy Outlook 2016

1 Dicembre, 2016

 

weo2016infographic

L’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) ha pubblicato nei giorni scorsi il World Energy Outlook (WEO) 2016, il tradizionale appuntamento annuale con le diverse analisi di scenario per il futuro energetico globale. L’Agenzia, con sede a Parigi, ha tracciato tre diverse proiezioni fino al 2040 dell’andamento dei consumi e della produzione di energia. Tra queste spicca lo ‘Scenario Nuove Politiche’ (SNP), che contempla nella sua analisi le politiche dei governi in materia energetica già promosse o in procinto di esserlo dopo gli impegni assunti alla COP21. L’Outlook centrale è messo poi in rapporto con altri due scenari: il primo considera solo le attuali politiche energetico-ambientali, mentre il secondo ipotizza l’adozione di azioni più incisive in materia di quelle già implementate o annunciate. Dai risultati dello studio risulta che il gas naturale è e sarà una delle principali leve per abbattere l’aumento delle temperature globali e per decarbonizzare il sistema energetico mondiale.

Proprio il ruolo del gas certifica ancora l’assoluta importanza delle fonti fossili tradizionali in questo lungo processo di transizione energetica. Sempre il WEO prevede una crescita dei consumi di gas naturale del 50% entro il 2040, grazie anche alla globalizzazione del commercio del Gas Naturale Liquefatto (GNL), mentre la domanda di petrolio, seppur rallentata, sarà superiore ai 100 milioni di barili al giorno nel 2040.

Per maggiori info: https://www.iea.org/newsroom/news/2016/november/world-energy-outlook-2016.html