Eni, successo nell’esplorazione in Messico

 

 

Dopo i successi ottenuti in Africa Settentrionale con il giacimento Zohr (850 miliardi di metri cubi di potenziale di gas), Eni ha portato a termine con esiti positivi un’altra campagna di perforazione esplorativa nell’offshore del Messico presso la Baia Campeche.

 

Nella zona denominata Area Contrattuale 1, la perforazione del pozzo esplorativo Mizton-2 ha portato alla luce la presenza di un giacimento di olio di alta qualità che, ha innalzato la stima totale di risorse di idrocarburi nell’area a oltre 1,4 miliardi di barili d’olio equivalente (BOE).

 

Eni inoltre ha recentemente firmato tre nuove licenze di esplorazione e produzione nel bacino di Sureste, nel Golfo del Messico.