rosso rettangolo È partita la produzione di Zohr

10 Gennaio, 2018

La storia dei rapporti tra Eni e l’Egitto si arricchisce di un nuovo capitolo. A meno di tre anni dalla sua scoperta, è partita la produzione di gas da Zohr nell’offshore del paese nordafricano.

Secondo le stime della compagnia italiana, la produzione giornaliera del giacimento – per il quale si stimano riserve per 5,5 miliardi di boe – raggiungerà i 75milioni di metri cubi entro il 2019.

Le grandi disponibilità di Zohr, gestito da Eni e dalla General Petroleum Corp egiziana insieme ai partner Rosneft e BP, contribuiranno all’indipendenza dalle importazioni di gas dell’Egitto che, anzi, si trasformerà in un paese esportatore.

La seconda fase di produzione di Zohr porterà il numero di pozzi produttivi a 20 entro il 2019, e prevedrà l’entrata in funzione di un altro gasdotto e di un impianto di trattamento.