BHGE, erede in Toscana della tradizione di Nuovo Pignone

26 Luglio, 2017

Si è conclusa la fusione tra GE Oil&Gas e Baker Hughes, due player fondamentali della filiera mondiale dell’E&P, che hanno dato vita ad una nuova azienda “Baker Hughes, a GE Company” (BHGE).

BHGE ha scelto l’Italia e Firenze come centro decisionale globale della sezione Turbomachinery & Process Solutions (TPS), uno dei quattro principali business dell’azienda che vanta 12.000 dipendenti nel mondo. La scelta di Firenze è avvenuta grazie al valore del Nuovo Pignone, componente di valore del gruppo industriale GE da oltre 20 anni.

Nuovo Pignone è riconosciuta nel mondo come centro di eccellenza mondiale per lo sviluppo e la produzione di turbine a gas, compressori e pompe, ed è stata tra le prime realtà aziendali ad aver recepito i dettami dell’industria 4.0.

Sul territorio toscano sono allocati la maggior parte dei 5.500 addetti impiegati di GE e sono circa 1.300 le aziende dell’indotto coinvolte, per un fatturato annuale di un miliardo di Euro.

BHGE continuerà la sua attività in Toscana, rilanciando il Progetto Galileo, partito nel 2016 con l’ausilio delle parti sociali, del Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Toscana. Il progetto prevede la costruzione di un centro globale per la progettazione e realizzazione di turbine a gas e compressori da 5 Megawatt (MW) a 65 MW, entro il 2020.